Il Portale Sardo
-
 Home Page


 Photo Gallery
Partecipa al Forum
Segnala questa pagina
 Libro degli Ospiti
Eventi in Sardegna
 
 
Servizi:
 Viaggiare
 Cartoline virtuali
 Cartoline della Sardegna
 Notizie dal web
Approfondimenti:
 Portale Lavoro
 Quotidiani
 Antiche mappe della città di Cagliari
  Portali regionali
Informazioni:
 Chi siamo
 Spazi Pubblicitari
 Creazione siti web
 Contatti
ALGHERO

Passando dal porto si entra nel centro storico di Alghero, il primo monumento che si incontra, in piazza Porta a Terra, è la Torre degli Ebrei, (in origine chiamata Porta Reyal), edificata dagli spagnoli in stile gotico, nel Cinquecento.
Proseguendo verso il mare troviamo la Torre Della Maddalena, che è ancora unita ai bastioni omonimi, costruiti nel Seicento.

Torre Porta Terra
Torre Porta Terra
Bastione Maddalena
Bastione Maddalena

Da qui continuando verso sinistra si arriva nella piazza Civica, dove si trova il Palazzo Aragonese dei marchesi d'Albis, nel quale si dice soggiornò Carlo V.
Dirigendosi verso destra, troviamo il Duomo di Santa Maria: il primo impianto della chiesa risale al XIV secolo, ma fu completamente ricostruita tra il 1562 e il 1579 in stile gotico-catalano, con influenze genovesi. L'alto campanile ottagonale è in stile gotico, con cuspide piramidale piastrellata all'esterno, ed un bellissimo portale in stile aragonese, dal quale si accede alla cappella centrale, dietro il presbiterio.All'interno, a tre navate, si trovano due cappelle a crociera, e altre due ai lati dell'ingresso. La facciata è stata rifatta nel 1820, in stile neo-classico.

S.Maria
S.Maria - Facciata
S.Maria
S.Maria

Dalla piazza del Duomo si svolta a sinistra, in via della Misericordia, e si trova la chiesa della Vergine della Misericordia, costruita dai Francescani nel 1508. La chiesa è a navata unica, con cappelle sui due lati, e abside con volta a vela, al suo interno si trova un prezioso simulacro spagnolo del Seicento, noto come "Il Crocifisso della Misericordia".
Di fronte alla chiesa, imboccando via Principe Umberto, troviamo Casa Doria, con un bel portale rinascimentale e finestre gotiche ad arco.


Casa Doria: particolare delle finestre*

Teatro*

Proseguendo troviamo la chiesa di San Michele, risalente al 1612, ma rifatta completamente dai Gesuiti nel 1675, in stile barocco-manieristico; la cupola rivestita di ceramiche policrome risale all'inizio del Novecento.
Continuando sulla via Carlo Alberto, si arriva alla chiesa di San Francesco, la più bella e antica di Alghero e al convento omonimo. La chiesa, originariamente in stile romanico-gotico, risale alla seconda metà del Trecento, fu poi ricostruita interamente nel XVI secolo. Della prima costruzione romanico-gotica a tre navate, rimangono alcune cappelle laterali ed il chiostro del convento, a pianta quadrata con pilastri ottagonali alternati a colonne. La navata centrale fu ricostruita interamente nel 1798, in stile tardo rinascimentale, mentre il presbiterio gotico a volta stellare è del XVI secolo. Dalla navata sinistra si entra nella sagrestia, da dove si può arrivare all'ex convento e al chiostro. Il campanile è simile a quello della Cattedrale, a pianta ottagonale, realizzato in pietra arenaria, con cupola piastrellata con ceramiche.

San Francesco
S.Francesco

S.Francesco: interno*

Continuando sulla via Carlo Alberto si arriva al lungomare: verso sinistra si trova piazza Sulis, dove è ubicata la Torre dello Sperone, o Torre di Sulis, in origine chiamata Esperò Reial, imponente costruzione circolare eretta nel XIV secolo, con rifacimenti nel XVI secolo. Proseguendo sul lungomare a destra della Torre dello Sperone, troviamo la Torre di San Giacomo.


precedente

successivo


|| Home Monumenti || Cagliari || Oristano || Nuoro || Sassari || 

Stampa questa pagina
* Foto gentilmente concesse da Angelo Sanna

Clicca qui per prenotare un alloggio in zona
 

- © Il Portale Sardo 1999 - 2010 - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale - e-mail: