Il Portale Sardo
-
 Home Page


 Photo Gallery
Partecipa al Forum
Segnala questa pagina
 Libro degli Ospiti
Eventi in Sardegna
 
 
Servizi:
 Viaggiare
 Cartoline virtuali
 Cartoline della Sardegna
 Notizie dal web
Approfondimenti:
 Portale Lavoro
 Quotidiani
 Antiche mappe della città di Cagliari
  Portali regionali
Informazioni:
 Chi siamo
 Spazi Pubblicitari
 Creazione siti web
 Contatti
TEMPIO NURAGICO DOMU DE ORGIA E VILLAGGO NURAGICO DI MONTE S.VITTORIA- ESTERZILI

Accesso - Da Cagliari si raggiunge Esterzili: dalla s.s. 131 prendere al km. 28 la s.s. 128 in direzione di Mandas, oltrepassato il paese proseguire svoltando a destra nella s.s. 198 per Seui. Dopo circa 27 km. si trova la deviazione per Esterzili, si oltrepassa l'abitato e si prosegue per circa 1 km. , quindi si svolta a sinistra in una strada che sale al Monte Santa Vittoria. Arrivati alla cima del monte, si svolta destra seguendo l'indicazione per vetta. Raggiunta la vetta si troverà, sulla destra, il villaggio nuragico. Continuando sulla strada principale per altri due chilometri si arriva al tempio di Domu de Orgia, sulla sinistra della strada.

Domu de Orgia
Ingresso del tempio
Domu e Orgia
La cella maggiore

Descrizione - Questo monumento è il più grande Tempio Nuragico a megaron  attualmente conosciuto, ed è databile alla seconda metà del II millennio a.C. . Situato a più di 1000 m. di altitudine, il tempio, che è circondato da un muro di pietre a forma di ellisse, ha una pianta rettangolare di circa 10 x 20 m. il cui lato più lungo misura circa 50 m, ed i muri che conservano un'altezza di circa 2 m. . L'ingresso è dotato di un vestibolo ad ante, con panchine lungo i muri utilizzate dai fedeli per deporre oggetti votivi. All'interno il tempio è bipartito e si compone di una cella maggiore longitudinale, con panchine lungo le pareti, dalla quale si accede attraverso una porta situata nel lato di fondo, a una cella minore, anch'essa dotata di panchine lungo le pareti. Il tempio si trova in ottimo stato di conservazione, le pareti infatti si conservano quasi interamente e si può dire che manchi la sola copertura.
Recentemente il tempio è stato oggetto di indagini che ne hanno meglio chiarito la cronologia: la costruzione risale alla metà del II millennio a.C., ma la frequentazione del luogo sacro proseguì sino all'età romana. Gli scavi hanno restituito anche un'importante serie di oggetti votivi, tra i quali dei pregevoli bronzetti, rinvenuti in corrispondenza delle panchine.
Questo tempio trova accostamenti architettonici con gli edifici a megaron micenei e anatolici, e in particolare con alcuni templi ritrovati nei livelli più antichi di Troia, databili al III millennio a.C. .

Domu e Orgia
Ingresso della cella minore
Domu e Orgia
Veduta dal retro
Villaggio nuragico di Esterzili
Veduta degli scavi del villaggio nuragico di Monte S.Vittoria

Stampa questa pagina
Clicca qui per prenotare un alloggio in zona
 

- © Il Portale Sardo 1999 - 2011 - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale - e-mail: